I luoghi della Passione
Passione Vivente
» ALBEROBELLO
» GINOSA
I Riti Processionali
» ANDRIA
» BISCEGLIE
» BITONTO
» BOTRUGNO
» CANOSA DI PUGLIA
» CASTELLANA GROTTE
» CONVERSANO
» CORATO
» FRANCAVILLA FONTANA
» GALATINA
» GALLIPOLI
» GRECIA SALENTINA
» GROTTAGLIE
» MOLFETTA
» MONTE SANT'ANGELO
» NOICATTARO
» PULSANO
» RUVO DI PUGLIA
» SAN MARCO IN LAMIS
» TARANTO
» TROIA
» VALENZANO
» VICO DEL GARGANO
Gli Itinerari
ILGARGANOELADAUNIA
LAPUGLIAIMPERIALE
BARIELACOSTA
LAMAGNAGRECIA
ILSALENTO
 
Editoria
Guida agli eventi della<br />Settimana Santa in Puglia<br /><br />Copie esaurite in attesa di ristampa

Guida agli eventi della
Settimana Santa in Puglia

Copie esaurite in attesa di ristampa
 
MOLFETTA E IL SUO VENERDI SANTO

MOLFETTA E IL SUO VENERDI SANTO
 
DE PASSIONE DOMINI NOSTRI JESU CHRISTI SECUNDUM MELPHICTAM

DE PASSIONE DOMINI NOSTRI JESU CHRISTI SECUNDUM MELPHICTAM
 
IL VENERDI' SANTO A VICO DEL GARGANO IL VENERDI' SANTO
A VICO DEL GARGANO
scarica pdf
La Memoria dei Gesti nei Sepolcri LA MEMORIA DEI GESTI NEI SEPOLCRI
DI VICO DEL GARGANO
scarica pdf
 

Enit

Rai Puglia

Aeroporti di Puglia

EVENTI
Ruvo di Puglia
La statua di Santa Veronica si aggiunge alla Solenne Processione dei Santi Misteri del Venerdì Santo

Stampa

La statua di Santa Veronica si aggiunge alla Solenne Processione dei Santi Misteri del Venerdì Santo Il 2018 sarà segnato come l'anno del ritorno in processione del simulacro della Veronica.L'antico corteo processionale negli anni ha variato il numero delle statue portate in processione sino al minimo storico di quattro è un massimo di undici.Con il simulacro della Veronica Il numero delle Statue è salito a nove. Nell'ordine il venerdì santo sfileranno :Gesù nell'orto degli ulivi, Gesù Ecce Homo,Gesù Flagellato, Gesù Portacroce o come chiamato dal popolo ruvese Gesù Calvario, Santa Veronica, Il Crocifisso, Gesù Morto, la Vergine Addolorata il Legno Santo.

La statua è stata restaurata nello scorso anno ed è stato voluto dall’Arciconfraternita del Carmine ,il restauro è stato promosso dal padre spirituale della stessa don Fabio Tangari e dal priore Raffaele Campanale. Si tratta di una statua del tipo detto “vestito”, cioè con abiti veri per accentuarne il valore mimetico, raffigurante la donna compassionevole che, secondo gli apocrifi, avrebbe asciugato il volto grondante sangue di Gesù, sulla via del Calvario. Sul lino offerto dalla pia donna rimase impressa l’immagine del Dio percosso e sofferente.

Michele Pellicani